Samsung Galaxy S10 offre un portafoglio crittografico integrato

Proprio come molte altre aziende tecnologiche, Samsung ha fatto la sua giusta parte di ricerche sul potenziale della tecnologia blockchain e delle criptovalute. Finora, il gigante sudcoreano ha già implementato soluzioni blockchain a livello aziendale. Gli sviluppi di cui stiamo per parlare sono gia stati trattati mentre erano in fase di rumor. Da allora, diversi aspetti sono cambiati.

Per la prima volta, la società offre ufficialmente servizi blockchain e crittografici al pubblico. Qualche giorno fa, Samsung ha annunciato il suo ultimo dispositivo di punta: il Galaxy S10. Durante l’annuncio, la società ha parlato di come la nuova funzionalità Samsung Knox consentirà l’archiviazione sicura delle chiavi private associate agli indirizzi di criptovaluta.

Questa è certamente una notizia positiva per gli utenti di valuta digitale che prevedono di acquistare il nuovo smartphone. Dopo l’annuncio, sono apparse voci su un potenziale portafoglio di criptovaluta. Queste voci sono state confermate da diverse pubblicazioni della Corea del Sud.

Il dispositivo Galaxy S10 sarà caratterizzato da un portafoglio di criptovaluta in grado di memorizzare, inviare e ricevere token Bitcoin, Ethereum e ERC-20. Questa è una grande novità per il settore, ha garantito la crescente popolarità dei token ERC-20, distribuiti sulla blockchain di Ethereum. I token ERC-20 rappresentano uno standard che consente ai progetti di blockchain di utilizzare token nativi, sulla catena Ethereum.

I rapporti indicano che la decisione di Samsung si basa sulla convinzione che la tecnologia blockchain non debba limitarsi a facilitare i pagamenti. Piuttosto, la tecnologia può essere utilizzata in numerosi altri settori, tra cui la salute, l’e-commerce, l’assicurazione, il settore bancario, la pubblicità e altro ancora. Le voci indicano che l’unità di archiviazione e portafoglio è stata creata come parte di una partnership tra Samsung ed Enjin. Questo non è stato ancora confermato dal produttore, dal momento che ha evitato di comunicare ulteriori dettagli sul nuovo servizio.

Diverse fonti hanno dichiarato che esiste una connessione tra Samsung Pay e l’app wallet – non vogliamo saltare alle conclusioni, ma l’integrazione tra le due app fornirebbe probabilmente una soluzione di pagamento innovativa, consentendo agli utenti di utilizzare la funzione contactless di Samsung Pay per pagare direttamente tramite criptovalute. Sfortunatamente, una funzionalità come questa è improbabile per il momento, ma il coinvolgimento di Samsung nel settore e la crescente popolarità delle valute digitali potrebbero rendere possibile questa integrazione in futuro.

Ultimo ma non meno importante, il Galaxy S10 supporta anche app decentralizzate. L’integrazione con gli smartphone aprirà sicuramente la strada a Dapp basate su dispositivi mobili. La tendenza all’ottimizzazione degli smartphone per i mercati di criptovaluta e blockchain è solo all’inizio.

Market Quotes by TradingView